Vediamo quali sono le proprietą che non possono mancare ad un grande pizzaiolo: estro, fantasia e voglia di imparare ma anche conoscenza dei prodotti e delle tecniche di cottura.

Il pizzaiolo in Italia è considerato come una specie di artista, e nel paese che ha inventato questo straordinario piatto amatissimo in tutto il mondo non potrebbe essere altrimenti.

In un periodo di crisi come questo in cui tutto il settore della ristorazione sta vivendo una fase di flessione, le pizzerie al contrario navigano in acque sicure e invertono questa tendenza.

Il motivo? tra le varie usanze di noi italiani quella della cena fuori resta forse la più radicata e imprescindibile, e uscire per gustarsi una pizza garantisce allo stesso tempo una scelta economica e sfiziosa.

La conseguenza è descitta in uno studio di Confcommercio che evidenzia la grandissima richiesta di pizzaioli su tutto il territorio nazionale e le difficoltà da parte di pizzerie e ristoranti di trovare professionisti del settore o profili ad alta formazione a cui affidare la proprio cucina o il proprio forno.

Ma quali sono le caratteristiche principalmente richieste ad un pizzaiolo? Accanto alla qualità del prodotto finito, che resta indiscutibilmente il fattore principale, ci sono diverse altre proprietà che dovrebbero essere pienamente acquisite da colui che decide di dedicare alla pizza una bella fetta della propria vita.

Prima di tutto dal punto di vista teorico, il pizzaiolo dovrebbe infatti conoscere perfettamente gli ingredienti che compongono la pizza e saper scegliere le migliori materie prime a seconda della stagione e delle necessità; deve inoltre sapersi destreggiare perfettamente tra le varie attrezzature del mestiere e restare sempre aggiornato sulle nuove tecniche di cottura e sulle norme igieniche previste dall'ordinamento.

Ma la qualità di un pizzaiolo non si dimostra solo dalla teoria, deve infatti essere mosso principalmente dalla passione per il proprio lavoro e saper governare il proprio estro e la propria fantasia, ma soprattutto dovrà dimostrarsi pronto a mettersi in gioco in ogni situazione e predisposto ad imparare cose nuove, anche dopo tanti anni di lavoro.

Inoltre dovrà avere un'ottima capacità organizzativa e una predisposizione al lavoro di squadra per trovare il giusto feeling con il resto dello staff e ottimizzare i tempi di preparazione e servizio.

Infine dovrà possedere una robusta costituzione fisica considerando che nei periodi di massima produzione il suo corpo verrà messo a dura prova ed essere in grado di non risentire troppo della fatica: per sfornare in media una pizza al minuto ci vuole la massima energia, ecco perchè è raro, ma non impossibile, vedere un pizzaiolo donna.